Da vedere

Cultura in ogni angolo tra musei, castelli, chiese, antichi palazzi signorili. Il territorio vi colpirà con le sue ricchezze. Cerca tra le nostre proposte quella più vicina alla tua idea di scoperta.

Borghi e città

Ci circondano città e borghi di pregio a cominciare proprio da Vignale Monferrato, il quale si erge su uno dei colli più alti del Monferrato; il suo centro storico, dominato da una torre medioevale e da Palazzo Callori, dimora signorile del XV secolo, si popola di turisti da tutto il mondo durante l’estate per il rinomato festival “Vignale Danza”.
A meno di 20 minuti di strada troviamo Casale Monferrato, fiore all’occhiello di questa regione storico-geografica e ricchissimo di monumenti e luoghi d’interesse.
Proseguendo verso Ovest incontriamo la città di Asti, conosciuta dai romani come Hasta Pompeia, che deve la sua fama soprattutto ai suoi vini e spumanti diffusi in tutto il mondo e che ha in Piazza Alfieri il suo cuore pulsante.

Il borgo di San Marzanotto, frazione di Asti, poggia il suo nucleo storico su di un’alta collina e guarda verso tutta la Valle del Tanaro che sormonta con il suo castello di Belangero.
Il borgo di Nizza Monferrato, a pochi chilometri, è Patrimonio dell’umanità UNESCO per i suoi paesaggi e per il vino barbera, ed è singolare la forma della zona del borgo più antica: triangolare! Veramente imperdibile.
Come i raggi di una ruota si snodano i dodici vicoli di Montemagno, vicoli ancora contrassegnati da numeri romani. Piccolo ma prezioso, Montemagno è una meta obbligatoria.
Albugnano, chiamato il “balcone del Monferrato” per i suoi 549 metri d’altitudine, si immerge completamente tra i vigneti.
Alessandria, capoluogo di provincia, ci accoglie con la vastità di Piazza della Libertà, le numerose chiese, i grandi palazzi, le storiche architetture militari e in ultimo, fuori dal centro urbano, uno dei più grandi alberi monumentali d’Italia, il platano di Napoleone.

Castelli

Il Piemonte è una regione che abbonda di castelli, rocche, palazzi. Nel tempo sono stati quasi tutti restaurati e ridati al loro antico splendore, senza perdere per questo il fascino derivato dai secoli trascorsi. Ne segnaliamo alcuni visitabili e aperti al pubblico nelle vicinanze, come la Rocca di Verrua Savoia, fortificazione collocata sulle sponde del Po che segna ancora oggi il confine tra la provincia di Torino e quella di Vercelli. I numerosi assedi non hanno scalfito la sua imponenza.
Acqui Terme ha il suo Castello dei Paleologi, famiglia nobile che ne divenne proprietaria nel 1340 e che lo tramutò in fortezza militare. Oggi il Castello ospita un giardino botanico e il Museo Archeologico di Acqui Terme. Altra fortezza militare è il Forte di Gavi che si trova lungo l’antica strada che collegava Genova al Monferrato e alla Lombardia. Dalla maestosa struttura, il Forte è oggi in consegna al MIBACT che ne cura i restauri e le attività.

Il Castello di Bergamasco, comune a ridosso delle colline del Monferrato, completerà il vostro giro addolcendolo con il suo giardino ricco di glicini, rose ed esemplari antichissimi di cedri e tassi.

Musei

Per gli amanti del genere non mancano i musei, a partire dal Museo Civico di Casale Monferrato che ospita apprezzabili opere del Seicento fiammingo, lombardo e ligure, del Quattrocento monferrino, del pittore alessandrino Angelo Morbelli, dell’eclettico Leonardo Bistolfi e altro ancora.
Il Marengo Museum di Spinetta Marengo è il primo museo multimediale completamente dedicato ad un evento storico, mentre il MUSarMO, Museo Civico di Arte Moderna di Mombercelli, si corona di artisti contemporanei italiani come Paulucci, Benetton, Guglielminetti, Oriani, e organizza inoltre mostre temporanee con opere di artisti emergenti. Per gli appassionati di storia c’è il Museo del Risorgimento di Asti, con reperti databili dal 1797 al 1870 e tre piani dove scoprire tutte le collezioni. Di estremo interesse è il Museo del Cappello Borsalino di Alessandria, dall’omonima azienda locale che ha segnato lo stile negli ultimi 150 anni, il quale ospita i campioni di tutti i copricapi prodotti dallo stabilimento a partire dal 1857, anno di fondazione, sino ai giorni nostri.

Italiano